10 donne alla moda della storia che non conoscevi



Sentiamo spesso parlare di donne come Audrey Hepburn o Princess Di come icone storiche della moda femminile ma c’è un esercito di donne che hanno fatto passi avanti nella moda molti anni prima. Queste intrepide donne della storia hanno aperto la strada a noi e ai nostri predecessori con le loro azioni rivoluzionarie e con un memorabile senso dello stile.

Marchesa Luisa Casati

Icona di stile italiano, questa ereditiera era molto avanti per il suo tempo con look eccentrici che avrebbero ispirato Mick Jagger e tonnellate di altri musicisti. Era rock’n’roll e androgina prima ancora che questi diventassero quello che saranno decenni dopo e anche Man Ray immortalò la sua bellezza. Luisa era tutta un insieme di gioielli audaci con altrettanto eyeliner nero e abiti da sogno. Oh, aveva anche casualmente un ghepardo al guinzaglio.

Marchesa Pompadour

Salutate l’epitome della stravaganza, Madame de Pompadour, nata nel 1721, amante del re Luigi XV. Questa splendida donna era sempre all’avanguardia con i suoi archi e fiori, su un abito rococò gonfio di un pastello tonico. Sembrava una caramella, nel miglior modo possibile. Oggi, tutto questo si vedrebbe solo alle sfilate.

Gala Dalí

La moglie di Salvador Dalí (e musa, nota bene) era molto più che la donna di un grande artista baffuto. Il suo stile senza tempo consisteva in cappelli a tesa, abiti perfettamente aderenti, pantaloni a gambe larghe e disegni di Schiaparelli che, alla fine, ha lavorato con i Dalí. Non solo era uno schianto nei suoi abiti, ma era un’imprenditrice esperta che teneva lontani i serpenti e attirava i galleristi con facilità.

Simone De Beauvoir

Simone De Beauvoir non era una che si vestiva per andare a cercare un uomo carino, era contro i corsetti e le prigionie della moda. Questa femminista ha effettivamente detto che per lei l’abbigliamento non era importante ma, sulla base di come si vestiva, doveva avere un talento naturale per la moda. Il suo guardaroba comprendeva accessori di grandi dimensioni, orecchini circondati da argento e vestiti come un abito di lana bianco e nero intrecciato in tweed. Adorava i vestiti trovati durante i suoi viaggi, come una vestaglia cinese di seta foderata di agnello.

Elsa Schiaparelli

Elsa Schiaparelli era una designer franco-italiana con una passione per la moda surrealista. Questa sua passione è ciò che ha portato Elsa così vicino a Dalí e a sua moglie. Ispirò i designer per anni con le sue creazioni originali, come una borsa a forma di telefono e un abito bianco stampato con aragoste enormi. Negli anni ’30, ha guidato il mondo dell’alta moda e ha anche immaginato un nuovo colore soprannominato “rosa shocking” di cui le fashionistas erano ossessionate.

Evelyn Nesbit

Evelyn Nesbit, che ha vissuto fino al 1967, ha avuto una storia abbastanza scandalosa per il suo tempo. Se i reality show fossero già nati, senza dubbio avrebbe ottenuto la sua propria serie. Nesbit era un’attrice e una modella sposata ma ha vissuto una brutta storia. Suo marito ha ucciso il suo amante, che all’epoca era un architetto di alto livello. Tecnicamente è stata la prima top model a farsi vedere con le spalle nude (molto scandaloso per quei tempi), corsetti stretti e anelli a cascata.

Alla Nazimova

Questa icona senza genere risale agli anni ’20. Era una star dei film muti e molto aperta sul suo amore per le donne, spesso ha ospitato grandi feste nella sua villa sulla Sunset Boulevard. Le sue vesti da giardiniera, i suoi completi a schiena nuda e gli abiti di seta che mischiavano lingerie e capispalla, incarnano quello che oggi viene definito come lo stile della vecchia Hollywood. Spesso indossava vestiti disegnati da entrambe le mogli di Rodolfo Valentino e di Natacha Rambova, una designer con un talento per l’Art Deco.

Misia Sert

Potresti conoscere il nome Coco Chanel, ma che dici di Misia Sert? Questa icona era nel circolo di Coco come membro della società parigina e conosceva anche molti artisti. Con il soprannome di “Regina di Parigi”, si può scommettere che la sua moda era perfetta, tra enormi cappelli ornati di fiori, abiti di pizzo e uno chignon sciolto alla Gibson Girl. Spesso aiutava finanziariamente i suoi amici artisti.

Imperatrice Elisabetta d’Austria

Questa imperatrice dell’Ottocento si vestiva magnificamente ma è il modo in cui si pettinava a renderla un’icona immortale. Se mettiamo da parte anche le sottovesti multistrati e i corsetti stretti per mostrare quella vita strappata. Perché i suoi capelli fanno di lei un’icona di stile? Perché erano follemente lunghi e ogni mattina passava ore a pettinarsi, abbellirsi con spille di diamanti e ad avvolgere il tutto in una coda di cavallo con perle. Gocciolante di gioielli!

Lesley Blanch

Lesley Blanch ci ha regalato quasi 100 anni di stile, eppure la gente conosce la principessa Diana meglio di questa signora inglese. Blanch era una scrittrice britannica storica e la dea bohémienne che tutte vorremmo essere. Lei è quell’amica viaggiatrice del mondo che tutte abbiamo, costantemente nomade e sempre chic. Lesley era nota per i gioielli esotici, le cicatrici e i caftani, spesso estratti di viaggi in tutto il mondo.