7 modi inaspettati per usare gli assorbenti con originalità – Her Beauty

7 modi inaspettati per usare gli assorbenti con originalità

Advertisements

Anche se la scelta ecologica delle coppette mestruali sta spopolando ovunque, gli assorbenti e i tamponi interni sono ancora la scelta più comoda per milioni di donne. Col tempo però, gli assorbenti si sono rivelati utili non solo per il ciclo mestruale, ma anche come soluzione creativa a tantissimi altri piccoli imprevisti quotidiani. La loro capacità di assorbire i liquidi, di trattenere gli odori e la loro morbidezza sono tutte caratteristiche versatili, che trovano impiego in molte altre circostanze. Dalla pedicure agli aloni di sudore, vi sveliamo 7 modi tanto creativi quanto geniali per utilizzare gli assorbenti e i tamponi interni come una soluzione rapida ed efficace a tanti piccoli inconvenienti di ogni giorno.

Impeccabile pedicure homemade

Vista la bella stagione e la necessità di far respirare i piedi in scarpe aperte  e alla moda, partiamo subito dall’uso alternativo che si può fare dei  tamponi interni per avere… una perfetta pedicure! Se vi trovate sprovvisti di un divaricatore per le dita dei piedi, potete tagliare il tampone in due parti e utilizzarlo per distanziare le dita mentre applicate lo smalto. Una soluzione semplice, soffice  e funzionale. 

Gli aloni di sudore

Strano a dirsi, figuriamoci a farlo davvero! Eppure un uso molto discreto ed efficace degli assorbenti esterni potrebbe essere quello di “assorbi sudore”. Soprattutto per chi ha problemi di sudorazione eccessiva – e con l’arrivo del caldo non sa proprio come fare a non ritrovarsi con quelle antiestetiche macchie di sudore nella zona ascellare – utilizzare un assorbente all’altezza dell’ascella, sotto la maglietta o la camicia, potrebbe essere davvero una soluzione semplice ed efficace. Zero macchie e gli indumenti che abbiamo addosso resteranno puliti e profumati anche dopo una lunga e calda giornata estiva. 

Il dolore da tacchi alti

Nulla è più elegante e sexy di un tacco 12. Nulla può essere doloroso per i piedi come un tacco 12. A chi non è capitato di indossare una scarpa favolosa per un’occasione speciale, che dopo qualche ora si è trasformata in un vero e proprio strumento di tortura? In casi del genere, sarebbe buona norma avere sempre un assorbente a portata di mano, anzi due. Si possono utilizzare come una sorta di morbida soletta all’interno della scarpa per dare al piede il massimo del  comfort possibile.  

“Ginocchiere”

Loading...

La prima cosa che potrebbe venirvi in mente sono le ginocchiere rigide e solide che utilizzano i giocatori di rugby, ma non è a quel tipo di ginocchiere che ci stiamo riferendo. Pensate a un hobby meno estremo, meno fisico, ma che comunque mette a dura prova le ginocchia, come il giardinaggio o il bricolage. Ore e ore passate a lavorare in ginocchio possono essere un vero tormento. Applicate due morbidi assorbenti esterni alle ginocchia prima di indossare i pantaloni. Una soluzione invisibile agli altri che attenuerà la pressione e lo sfregamento del  ginocchio al suolo rendendo il lavoro meno duro e scomodo. 

Reggiseno push-up

Un piccolo trucchetto per tutte le donne che non hanno la “fortuna” di avere un seno prosperoso. Se non riuscite a riempire pienamente la coppa del vostro reggiseno preferito, ritagliate da un assorbente la parte che manca e  aggiungetela tra la coppa e il seno per avere un décolleté più pieno e tonico, proprio come se indossaste un fantastico reggiseno push-up.

Vesciche da scarpe nuove

Il consiglio della nonna per le scarpe nuove era quello di indossarle per qualche giorno, un’ora per volta, prima di metterle una giornata intera. Diversamente, le vesciche da scarpe nuove (quelle che si formano sopra il tallone o ai lati della pianta del piede) sono inevitabili. Se, supponiamo, vi trovate ad una festa con un paio di scarpe nuove tanto  belle quanto  infernali per i vostri piedi, tenete sempre a portata di mano un assorbente da usare come cuscinetto tra la scarpa e la vescica, sarà un sollievo miracoloso!

Epistassi 

L’epistassi (la comune perdita di sangue dal naso) avviene sempre all’improvviso  ed è sempre un qualcosa di antipatico, soprattutto quando non si è a casa. Capita spesso di vedere chi ne soffre farsi largo intorno per non macchiare abiti e persone e poi arrotolare un fazzolettino di carta da infilare nel naso, da usare come tampone per fermare l’emorragia. Se avete a portata di mano un tampone assorbente, potete tagliarlo a metà e usarlo al posto del fazzolettino arrotolato. Funzionerà meglio e con meno ingombro. 

Advertisements