Che effetti ha il vaccino contro il Covid-19 sul ciclo mestruale? – Her Beauty

Che effetti ha il vaccino contro il Covid-19 sul ciclo mestruale?

Advertisements

C’è chi ha avuto forti mal di testa, chi febbre per giorni, chi stanchezza, chi se l’è cavata con il famoso “dolorino al braccio”. I sintomi del vaccino contro il Covid-19 sono stati diversi, ma nessuno ha mai parlato delle possibili conseguenze che il vaccino può avere sul ciclo mestruale. Volete saperne di più? Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Il ciclo mestruale cambia

Soprattutto negli Stati Uniti, sono state tantissime le donne che hanno segnalato importanti e inaspettati cambiamenti nel ciclo mestruale dopo aver ricevuto il vaccino contro il Covid-19. Molti ginecologi però sono rimasti cauti e hanno cercato di arginare un possibile falso allarme perché non esistono dati scientifici ufficiali che evidenzino un nesso certo tra il vaccino e le alterazioni nel ciclo. 

Un tweet da 140 mila testimonianze

Le ricercatrici Kate Clancy dell’Università dell’Illinois e Katharine Lee della Washington University School of Medicine di St. Clancy lavorano da anni sulla funzione uterina, sugli ormoni ovarici e sui cicli mestruali. Dopo la prima dose di vaccino, Kate ha condiviso su Twitter la sua esperienza, dicendo che il primo ciclo mestruale dopo aver ricevuto il vaccino contro il Covid-19 è stato il più doloroso e complesso della sua vita. Al suo post hanno risposto oltre 140 mila donne che avevano avuto un’esperienza simile. Senza contare le email e i messaggi privati. Dati non da poco.

Cosa influenza il ciclo?

Le esperienze condivise sul profilo di Kate Clancy però non hanno nessuna valenza per la comunità scientifica poiché non sono opportunamente documentate. Il ciclo mestruale di una donna completamente in salute è un complesso processo ormonale che varia molto da persona a persona e di mese in mese è influenzato da moltissimi fattori. Anche il solo stress può modificarne il flusso, per non parlare dei farmaci, della dieta, degli anticoncezionali o persino dei semplici integratori. 

Ciclo più breve e flussi più intensi

Tra i tanti presunti effetti del vaccino contro il Covid-19 sul ciclo mestruale, sono stati due i “sintomi” segnalati più di frequente: un ciclo più breve e un flusso più intenso. Molte donne hanno notato un flusso molto più abbondante del solito e/o una durata del ciclo molto ridotta. 

Loading...

Nessuna prova certa

Sia le case farmaceutiche dei vaccini autorizzati negli Stati Uniti e in Europa, sia gli organi di vigilanza, hanno confermato che non esiste nessuna prova certa che colleghi le irregolarità del ciclo mestruale al vaccino contro il Covid. Dopo aver visionato i rapporti messi a disposizione dalle categorie mediche, la vaccinazione continua ad essere fortemente raccomandata. 

Ma forse un nesso c’è

Ma probabilmente un vero legame tra il vaccino e le alterazioni del ciclo mestruale esiste. Gli scienziati del Royal College of Obstetricians & Gynaecologistssostengono che non è il vaccino in sé ad agire sul ciclo, ma lo stress da vaccino. È risaputo che una condizione di forte stress fisico o psicologico è in grado di alterare la frequenza e il flusso mestruale. Può addirittura provocarne una temporanea sospensione. L’impatto della pandemia, le limitazioni alla libertà individuale, la paura del contagio, i mille timori sugli effetti collaterali del vaccino, hanno prodotto in moltissime persone una condizione di forte stress, culminata al momento della vaccinazione. 

Perché un flusso più abbondante? 

In effetti, anche il flusso più abbondante potrebbe essere una conseguenza – momentanea e innocua – del vaccino. Un effetto comune ai vaccini (sia quelli a mRNA sia quelli a vettore virale) è l’abbassamento della concentrazione di piastrine nel sangue che riduce la sua capacità di coagulazione. Questo, coincidendo con il periodo delle mestruazioni, potrebbe provocare una perdita più abbondante del solito, ma solo per le prime mestruazioni post vaccino.

Advertisements