Cristalloterapia: tutto quello che c’è da sapere sulla primordiale energia dei cristalli – Her Beauty

Cristalloterapia: tutto quello che c’è da sapere sulla primordiale energia dei cristalli

Advertisements

Ogni cosa, nell’universo, emana energia. Essa permea ogni strato di qualsiasi materiale, esseri umani compresi. Siamo creature d’energia, perché non amplificarla al meglio grazie ai cristalli? Pietre e minerali, infatti, posseggono ognuno una peculiarità unica e differenti campi energetici che interagiscono con gli eventi esteri. I cristalli, in particolare, sono in grado di emanare energie stimolanti e purificatrici che, attraverso vibrazioni costanti, vengono assorbite dal nostro organismo favorendo il raggiungimento di un benessere psicofisico. Civiltà antiche come quelle degli Egizi o dei Maya utilizzavano tali pietre durante i loro riti, e tutt’ora vengono spesso utilizzate nelle più disparate cerimonie dei paesi orientali! Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla primordiale energia dei cristalli minerali e sulla cristalloterapia.

Cosa sono i cristalli

I cristalli e le pietre sono minerali naturalmente presenti nel nostro universo e rappresentano una delle componenti più importanti sia del nostro pianeta che dell’interno cosmo. Sono strutture armoniche in grado di mettere ordine ed equilibrio in qualsiasi energia entrata in contatto con loro. Ne esistono una quantità spropositata, tant’è vero che le più utilizzate in cristalloterapia sono circa centocinquanta: oro, zaffiro, rubino e diamante sono tra quelli più preziosi. Più avanti, tuttavia, troveremo una rassegna delle pietre principali più accessibili, catalogate secondo il loro colore.

Cos’è e come funziona la cristalloterapia

La cristalloterapia si basa sul fatto che alcuni corpi modificano la propria energia grazie alle vibrazioni sprigionate dai minerali stessi. L’uomo è in grado di assorbire e trasformare le energie attraverso i Chakra, le porte di accesso del flusso energetico vitale del nostro corpo. I cristalli maturano la loro energia primordiale assieme a quella di chi lo possiede: tutto merito delle interazioni e delle intenzioni di chi li sta usando.

I benefici della cristalloterapia

Come dicevamo prima, i cristalli entrano in contatto con l’energia dell’individuo che li tiene con sé ed agiscono tanto a livello fisico quanto mentale, tanto emotivo quanto spirituale. Rappresentano un alleato vincente per alleviare problemi di insonnia, ansia e depressione, sono efficaci per ritrovare energia e aiutano ad imboccare il giusto percorso di vita.

Come attivare e purificare i cristalli

I cristalli non si attivano tutti allo stesso modo, alcuni amano l’acqua, mentre altri la terra. Generalmente vanno sciacquati sotto acqua fredda, asciugati bene, esposti ai raggi solari ed infine indossati: da questo momento sarete pronti per assimilare ogni vibrazione dell’energia delle pietre minerali. Se dovessero rompersi, niente paura: sotterrateli in un vaso oppure donateli alla natura, continueranno a vibrare anche in mare aperto e in un fiume che scorre incessante.

Cristalli verdi (onice verde, avventurina, peridoto)

L’onice verde è simbolo della razionalità, viene usata per combattere l’ansia e agisce sul corpo migliorandone la resistenza. L’avventurina rappresenta la fortuna, è portatrice di ottimismo e positività ed agisce a livello antinfiammatorio e antidolorifico. Il peridoto è legato alla fiducia, combatte ansie e paure ed è simbolo di rigenerazione.

Cristalli rossi, gialli e arancioni (citrino, pirite, corniola, onice rosso, granato)

Loading...

Il citrino è sinonimo di energia, intuizione e motivazione ed è indicato per combattere la stanchezza cronica. La pirite rappresenta ricchezza, salute, intraprendenza ed erotismo. La corniola è legata alla stabilità, all’ottimismo ed al metabolismo. L’onice rosso evoca autostima, ambizione e solidità. Il granato, infine, è simbolo di sessualità e coraggio: non a caso, infatti, viene soprannominata “pietra degli eroi”.

Cristalli rosa e viola (quarzo rosa, tormalina, ametista)

La pietra che più di ogni altra è maggiormente legata all’amore è il quarzo rosa che, rifacendosi al mito della dea Venere, è simbolo di bellezza ed ha il potere di ritardare l’invecchiamento. La tormalina è legata alla serenità ed alla regolarità, tanto fisica quanto mentale. L’ametista rappresenta l’autocontrollo, aumenta la forza interiore e la sobrietà: Ametista, infatti, era una ninfa corteggiata dal dio Bacco.

Cristalli bianchi e trasparenti (perla, pietra di luna, cristallo di rocca)

La perla: simbolo di purezza, è uno dei cristalli più indossati dalle donne di tutto il mondo ed è la pietra del matrimonio e della fertilità. La pietra di luna ha a che fare con l’intuito e la femminilità. Il cristallo di rocca è legato alle relazioni ed alla rigenerazione.

Cristalli grigi e neri (onice nero, spinello nero, quarzo fumé, labradorite)

L’onice nero influisce sull’autodisciplina, sull’autocontrollo e sulla saggezza, proteggendo dalle energie negative. Lo spinello nero favorisce l’autoanalisi e la depurazione. Il quarzo fumé è legato all’orgoglio ed alla difesa. La labradorite, invece, stimola intuito e creatività.

Pietre azzurre e blu (acquamarina, calcedonio, iolite, lapis, apatite)

L’acquamarina evoca spiritualità e fiducia in sé stessi, allontanando i pensieri negativi. Il calcedonio rappresenta l’amicizia, la fratellanza e la telepatia tra persone, oltre che allontanare la tristezza. La pietra dell’equilibrio interiore è la iolite, spesso usata in passato dai vichinghi per migliorare la loro reattività. La pietra dell’illuminazione è il lapis che evoca lucidità di pensiero e di comunicazione. Infine, l’apatite: la sua energia agisce su creatività, fantasia e immaginazione.

Advertisements