Febbre e raffreddore, come prevenirli e curarli naturalmente?



Tornano la pioggia e il vento, le temperature scendono sempre più, la stagione cambia e le difese immunitarie si indeboliscono. Il cocktail perfetto per febbre e raffreddori. Ma come fare per evitarsi giorni di sofferenza a letto? Perché, in quest’anno di pandemia, anche un semplice raffreddore ci costringe a starcene chiusi in casa e lontani dagli altri. Ecco pochi semplici (e naturali!) consigli per restare in forma e evitarsi malanni. Pronti a pendere appunti?

Fare un pieno di vitamina C

La vitamina C è di fondamentale importanza per il nostro organismo. Ha un’azione immunostimolante (sollecita e rinforza il sistema immunitario) e antinfiammatoria, aiuta a prevenire e a combattere sia il raffreddore che l’influenza, ed è utile anche contro le infezioni del sistema respiratorio. Inoltre, ha un effetto protettivo per il cuore, le arterie e il sistema nervoso. Dove si trova? In frutta e verdura di stagione, soprattutto negli agrumi e negli ortaggi a foglia verde. Correte a fare spesa!

Lavare spesso le mani

Per fortuna questa indicazione sta diventando un vero e proprio automatismo! Perché, anche quando la pandemia sarà finita, lavare spesso le mani ci aiuterà ad evitare molti raffreddori e sintomi influenzali inutili. Proprio come avviene con il virus del covid, anche quello dell’influenza usa le nostre mani come mezzo di trasporto per arrivare al nostro organismo.

Buttare via i fazzoletti usati

Se sentite che sta per arrivare uno starnuto o che inizia a colarvi il naso, la prassi deve essere: prendere un fazzolettino di carta, soffiare il naso, BUTTARE VIA IL FAZZOLETTO! Non riponeteli con cura nelle tasche dei jeans o dei giubbini con l’intento di buttarli via più tardi! Porterete germi, batteri e virus in giro con voi.

Mai starnutire senza coprirsi la bocca

Come appena detto, se sta per arrivare uno starnuto o un colpo di tosse, copritevi immediatamente la bocca con un fazzoletto o anche con il braccio, all’altezza del gomito. In questo modo non vi ritroverete sulle mani le goccioline di saliva e di altro materiale organico che l’organismo espelle con tosse e starnuti, innescando un circolo vizioso di continuo contatto con i virus.

Tisana calda per il raffreddore

Se siete amanti delle tisane, sappiate che per prevenire e curare il raffreddore ce ne sono di ogni tipo. Potete scegliere tra una vivace tisana allo zenzero o alla cannella, una tisana al tiglio, una tisana all’echinacea o alla melissa. Le più efficaci sono quelle ad infusione e, se volete qualcosa di davvero naturale, in erboristeria troverete dei blend che sono semplicemente miracolosi.

Brodo caldo

Mai sottovalutare i rimedi della nonna! Se vi sentite infreddoliti e avete le ossa doloranti, un bel brodo caldo di pollo con le verdure vi rimetterà in forma. Il caldo del brodo vi riscalderà e la carne e le verdure vi daranno le energie che vi sentite mancare.

Copritevi!

Prima di uscire di casa, decidete cosa mettere basandovi sulle previsioni e su quello che vedete fuori dalla finestra. In questa mezza stagione un po’ pazzerella, in cui ci sono 25 gradi a mezzogiorno e 10 alle otto di sera, è importantissimo non sudare e, al contempo, non avere freddo. I classici outfit a cipolla sono sempre la scelta giusta, ma considerate anche la possibilità di tenere un giubbino o una maglietta più leggera in macchina. Non si sa mai.

Restate a casa

Se vi sentite qualche linea di febbre e sapete di stare per ammalarvi, non fate gli eroi. Non andate in giro a fare gli untori, ma prendetevi un giorno per stare a casa al caldo. Date al vostro corpo un po’ di tempo per riprendersi. Se c’è una cosa che il lockdown di questa primavera ci ha insegnato, è che se ci fermiamo per qualche giorno il mondo girerà lo stesso, anche senza di noi. Meglio prendersi un giorno o due e rimettersi in sesto che andare a lavoro, contagiare collegi e passanti e stare male più a lungo.