7 consigli per un’abbronzatura perfetta



Finalmente l’estate è qui! Siamo nel bel mezzo della stagione più bella e calda dell’anno: mare, spiaggia, abiti leggeri, grigliate con gli amici e passeggiate tra le stradine di montagna. In qualsiasi modo abbiate scelto di godervi queste fantastiche e soleggiate giornate, il mantra è uno: vietato essere pallidi e scoloriti! E per avere un’abbronzatura semplicemente perfetta, che duri nel tempo e che non metta a rischio la vostra pelle, vi basterà seguire questi semplici 7 consigli. Avrete un colorito da far invidia!

Preparare la pelle al sole

Eh già… per avere un’abbronzatura perfetta è importantissimo preparare la pelle già prima di abbandonarsi al sol leone. Per ottenere un colore intenso e omogeneo potete utilizzare degli esfolianti naturali sul corpo e sul viso così da rimuovere le impurità e rigenerare la pelle. E se amate le soluzioni naturali ed economiche, perché non utilizzare ingredienti semplici come zucchero di canna e yogurt? Provare per credere.

La dieta

Tutto inizia dalla tavola. Una dieta ricca di betacarotene e vitamine C, vitamina E e vitamina A può fare davvero una gran differenza per la vostra pelle. Carote, pomodori, peperoni, pesche, meloni, frutta secca e la vostra pelle produrrà molta più melanina del solito. Ricordatevi di bere molto per mantenerla idratata. E quando la dieta sembra non bastare, è possibile assumere anche degli integratori specifici, ricchi di zinco, rame e altre vitamine antiossidanti.

Meglio un po’ per volta

Soprattutto durante le prime esposizioni, quando la pelle è ancora pallidina e delicata, è bene non stare come le lucertoline al sole, ma lasciare che la pelle si colori un po’ per volta. Datele il tempo necessario per produrre melanina senza rischiare scottature. Alcuni studi dicono che il nostro corpo non è in grado di produrre melanina per più di un’ora al giorno.

Protezione

Di fondamentale importanza sono le creme solari. Ne esistono di tantissimi tipi, ma l’aspetto più importante da tenere in considerazione sono gli ingredienti e il livello di protezione. È necessario che la crema sia adatta al vostro fototipo e che non contenga ingredienti aggressivi e inquinanti. Un consiglio extra: invece di incremarvi in spiaggia dopo aver sistemato tutto il resto, applicate la crema solare prima di uscire di casa. L’assorbimento sarà più efficace ed eviterete l’effetto cotoletta sulla sabbia.

Mai dimenticarsi del doposole

Come abbiamo appena detto, proteggere la pelle è importantissimo. Ma altrettanto importante è prendersene cura dopo una giornata al sole e al vento, ricoperti di salsedine. Reidratate la pelle con olii naturali per ridonarle freschezza, morbidezza e avere un’epidermide equilibrata e il giorno dopo sarete pronte a un’altra tintarella in tutta sicurezza.

Idratazione e tisane

Bere molto serve non solo al nostro organismo in generale, ma soprattutto alla nostra pelle. Acqua (in primis) e, perché no, tisane fredde e naturali, ricche di antiossidanti. Un esempio? Una tisana alla malva e al finocchio vi aiuterà a restringere i pori dilatati e a eliminare il rossore e le screpolature. Oppure finocchio e menta sono una manna per avere una pelle luminosa e vitale.

Non tutte le pelli sono uguali

Non tutte le pelli sono uguali. Tutto dipende dal proprio fototipo, ossia dal colore dei nostri occhi, dei nostri capelli e dall’incarnato. È da qui che deve partire il nostro approccio al sole e l’abbronzatura: quale protezione scegliere, quando e per quanto tempo ci si può esporre al sole. In ogni caso, evitare sempre le ore più calde della giornata.